Telefono: +39 045 6201668 Lun - Giov: 8:00 - 17:30
Venerdì: 8:00 - 17:00

L’aria viziata fa ammalare

Uno dei miti comunemente riconosciuti è la natura congenita degli allergeni. Ma si tratta di un errore. Certo un ruolo importante è svolto anche da fattori genetici, ma un “gene dell’allergia” ereditario non esiste. Infezioni che scombussolano il nostro sistema immunitario, cattiva alimentazione, stress, fumo, sostanze vegetali aggressive – tutto questo può suscitare in ogni momento una reazione allergica. Eppure il principale fattore scatenante delle allergie è probabilmente l’inquinamento ambientale.

Il crescente inquinamento dell’aria è posto in particolare sotto sospetto. Ognuno di noi infatti inala ogni giorno polveri sottili che giungono nel sangue attraverso i polmoni alterando il sistema immunitario. Chi reagisce in maniera allergica a determinate sostanze è certamente maggiormente soggetto a sviluppare ulteriori allergie nel corso del tempo. Eppure secondo gli esperti gli allergici coprono già una quota del 30 percento sul totale della popolazione europea: circa un abitante su tre è colpito da un’allergia.

Ecco come liberare la propria casa dalla minaccia delle polveri sottili

Mantenere almeno i locali della nostra abitazione liberi da allergeni conosciuti come peli animali e pollini, e in particolare dal pericolo delle polveri sottili, è nell’interesse del proprio benessere personale. A tale scopo è possibile impiegare ad esempio gli efficaci depuratori d’aria AirgoClean 105 S e AirgoClean 205 S e il purificatore d’aria AW 20 S di Trotec, tutti dotati del sistema di filtraggio HEPA altamente efficace. Apparecchi come questi consentono a chi soffre di allergie di proteggere la propria casa come unico rifugio sicuro in cui l’aria è ancora pulita. Per evitare di scatenare il rischio di incorrere in un’allergia rappresentano la prima scelta anche per chi non soffre di allergie. E per gli allergici sono naturalmente anche molto efficaci come protezione contro pollini e polvere domestica…

  • Un’areazione corretta è il miglior antipolline

Nella stagione dei pollini in particolare è meglio areare solo quanto necessario e tenere altrimenti porte e finestre chiuse il più possibile. Il momento migliore per areare è durante o dopo le piogge; l’acqua infatti lega i pollini dell’aria e del suolo lavandoli via. Per cambiare l’aria approfittate anche delle ore notturne o del primo mattino in cui le correnti d’aria sono spesso più calme e trascinano con sé una quantità di pollini inferiore.

  • Protezione antipolline ottimale grazie a guarnizioni perfette

Poiché i pollini si insidiano nei locali delle abitazioni attraverso gli spifferi, si consiglia di controllate regolarmente le guarnizioni delle proprie porte e finestre. Anche i paraspifferi a pavimento aiutano a contrastare l’attacco delle particelle. Una protezione ulteriore è offerta dalla griglia antipolline davanti alle finestre.

  • A letto la presenza di acari è inevitabile

Per chi è allergico agli acari della polvere, questi animaletti sono tutt’altro che innocui. Gli acari si sviluppano specialmente a letto, dove possono godere di un calore accogliente e di una leggera umidità, spiega la Stiftung Warentest, che sulla base di ragioni igieniche e sanitarie consiglia pertanto di sostituire il materasso ogni sette o dieci anni. Gli allergici dovrebbero rivestire preferibilmente i materassi con federe impermeabili agli allergeni, note come “encasing”. Le federe e la biancheria da letto dovrebbero essere lavate regolarmente ad almeno 60 gradi Celsius. In caso di un’allergia acuta si consiglia anche di utilizzare federe intermedie impermeabili agli allergeni.

  • Meglio non rifare il letto

Uno dei più grandi errori è quello di rifare accuratamente il letto: un letto ben rifatto favorisce la sopravvivenza degli acari. Sotto le coperte ben ripiegate i liquidi accumulatisi durante la notte attraverso la sudorazione non evaporano facilmente e l’umidità rimane annidata sulla coperta e il materasso. Dopo esservi alzati quindi, la prima cosa da fare è rivoltare la coperta e areare le camere da letto. Nel frattempo lasciare scoperti i materassi per permettere all’umidità di evaporare.

Filtrate gli allergeni dall’aria ambiente con questi apparecchi Trotec

  • Il vantaggio dell’innovazione di entrambi i potenti depuratori d’aria AirgoClean sta nei due sistemi di filtraggio sistemati uno dietro l’altro. L’aria aspirata sul lato anteriore li attraversa mentre il prefiltro a carbone attivo elimina gli odori e la polvere domestica di dimensione maggiore. Un filtro True HEPA particolarmente efficiente trattiene poi fino al 99,97% dei pollini, degli allergeni e delle spore di muffa (fino a una grandezza di 0,3 micrometri). Il sistema AirgoClean 105 S è ideale per ambienti fino a 30 m²; mentre AirgoClean 205 S è concepito per l’utilizzo in spazi fino a 70 m².
  • Come apparecchio 3 in 1 il purificatore d’aria AW 20 S dispone di un sensore combinato intelligente che, oltre all’umidità relativa, rileva in modo permanente anche il carico di particelle nell’aria e gestisce in modo indipendente la modalità automatica per garantire la pulizia dell’aria e un perfetto livello di umidità. Il sistema di filtraggio ad alte prestazioni a 3 livelli di AW 20 S elimina in modo efficace particelle, virus, batteri, polveri sottili e odori dall’aria grazie al prefiltro, il filtro HEPA e il generatore di plasma.

Aria più salubre con le soluzioni innovative di Trotec

Informatevi nel dettaglio su tutti i vantaggi offerti dal nostro servizio di gestione della qualità dell’aria con i depuratori e i purificatori d’aria di Trotec. E approfittate anche delle nostre offerte attuali – ora nel Trotec Shop potete acquistare

Questo articolo è stato pubblicato in TROTEC, Attualità e taggato , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

  • Scoprine di più

  • Archivio

Top Keywords for http://www.trotec-blog.com/it/trotec/guida-laria-viziata-fa-ammalare-allergeni-indesiderati/