Telefono: +39 045 6201668 Lun - Giov: 8:00 - 17:30
Venerdì: 8:00 - 17:00

IC80LV

Lo sversamento di petrolio in alto mare è una catastrofe che minaccia sia gli uomini che la natura. Di conseguenza è necessario che le macchie di petrolio vengano localizzate il più velocemente possibile affinché tale sostanza possa essere aspirata prima di provocare danni enormi. Poiché in tali circostanze si hanno i minuti contati e deve essere impedito innanzitutto che la marea nera raggiunga la costa, è richiesto l’impiego delle più moderne tecnologie. La termografia ad infrarossi offre un aiuto rapido e preciso! Le termocamere infatti sono in grado di rintracciare le macchie di petrolio in breve tempo, anche se le condizioni atmosferiche sono causa di scarsa visibilità e alta marea. Ciò è possibile grazie all’indicazione delle differenze di temperatura delle macchie di petrolio. In questo modo la chiazza di petrolio viene localizzata definendo anche la sua ampiezza. La termocamera IC80LV mostra in modo affidabile i giacimenti di petrolio in mare e grazie alla precisione delle indicazioni fornite rappresenta un valido aiuto per le forze d’intervento specializzate.

Sulle tracce delle macchie di petrolio

Solo alcune settimane fa, due navi sono entrate in collisione in piena notte al largo delle coste belghe. In seguito alla collisione due grandi macchie di petrolio si sono velocemente espanse nel Mare del Nord. Le autorità belghe e olandesi hanno dovuto apprestarsi immediatamente alla localizzazione e alla rimozione del petrolio che minacciava di depositarsi sulla costa. Gli incidenti petroliferi in alto mare si verificano di continuo, dovuti ad incidenti navali ma anche a causa di falle a bordo delle navi o negli oleodotti. Per arginare i danni nel modo migliore possibile è necessario un aiuto rapido e professionale. Quanto prima viene scoperta una macchia di petrolio e stabilita la sua ampiezza, tanto più mirato potrà essere l’intervento del personale qualificato per la rimozione del petrolio.

Aiuto rapido grazie alla termocamera a infrarossi

In questi casi la buona sorte nella cattiva sorte è data dal fatto che il petrolio sversato assume la forma di una macchia. Da ciò ne consegue che con l’ausilio della termografia ad infrarossi le forze d’intervento hanno la possibilità di agire in modo mirato. Le termocamere infatti riconoscono le macchie di petrolio come zone calde o fredde, a seconda dell’ora del giorno. L’acqua e il petrolio infatti si differenziano in base alla temperatura. Data la sua maggiore conduttività termica, durante il giorno il petrolio assorbe il calore più rapidamente rendendolo così più caldo rispetto all’acqua marina. Sulle termoimmagini è possibile notare tale differenza. Di notte al contrario è l’acqua marina ad essere più calda. In queste ore la temperatura della marea nera si abbassa più rapidamente ed è quindi riconoscibile sulle immagini a infrarossi nelle zone più fredde.

Differenze di temperatura facilmente riconoscibili

Proprio quando è il momento di agire in modo rapido e preciso, le termocamere di Trotec rappresentano un aiuto indispensabile nella localizzazione delle macchie di petrolio. Quando si tratta di visualizzare le differenze di temperatura delle macchie di petrolio e dell’acqua marina durante un’azione di soccorso in loco non possono mancare soprattutto i modelli della serie IC. Questi apparecchi robusti e maneggevoli si attivano in breve tempo trasmettendo immagini a infrarossi nitide e dettagliate in qualsiasi momento della giornata o della notte e indipendentemente dal meteo. A ciò si aggiunge il fatto che la tecnologia di precisione impiegata è in grado di fornire un raggio d’azione estremamente elevato. Alle forze d’intervento non può sfuggire più alcun dettaglio, anche se vige una nebbia fitta e alta marea. Un ulteriore vantaggio: La qualità delle immagini a infrarossi non viene influenzata da sorgenti di luci esterne provenienti da navi o dalla costa.

Tutto sott’occhio con la termocamera IC80LV

La termocamera IC80LV garantisce il massimo delle prestazioni. Con un range di temperatura compreso tra -20 e +600 gradi Celsius e un sensore a raggi infrarossi con oltre 110.000 punti di misurazione della temperatura indipendenti svolge il suo compito anche quando si tratta di determinare le differenze di temperatura più piccole. Di serie è dotata di una videocamera integrata a immagine reale, di un flash e della funzione DuoVision per la visualizzazione in tempo reale di immagini reali sovrapposte a quelle a infrarossi, fornendo così risultati di misurazione molto precisi. Per una ricerca di macchie di petrolio efficace e una documentazione dettagliata! Inoltre, con la connessione Bluetooth opzionale è possibile registrare anche commenti vocali. Le forze d’intervento hanno così la possibilità di registrare in loco le osservazioni in infrarosso e di valutarle successivamente con calma.

I vantaggi della IC80LV

  • La telecamera a infrarossi è totalmente radiometrica e di produzione originale europea per le aspettative più elevate
  • Potente sensore ottico con 384 x 288 punti di misurazione
  • Elevata sensibilità termica (0,05 gradi Celsius) per termoimmagini dettagliate
  • Range di misurazione delle temperature compreso tra -20 e 600 gradi Celsius
  • Risoluzione geometrica molto elevata (1,1 mrad)

Le termocamere della serie IC nel negozio online di Trotec:

Sempre disponibile e raggiungibile quando si tratta di tecnologia di precisione: il negozio online di Trotec. Per la localizzazione di macchie di petrolio e la determinazione esatta dell’ampiezza, qui potete trovare diversi modelli di termocamere IC. La termocamera IC80LV a prestazioni elevate e altamente professionale è disponibile ad esempio a soli 3.499 euro IVA inclusa.

Questo articolo è stato pubblicato in TROTEC, Industria & Edilizia, Ecologia e taggato , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

  • Scoprine di più

  • Archivio

Top Keywords for http://www.trotec-blog.com/it/trotec/sulle-tracce-delle-macchie-di-petrolio/