Telefono: +39 045 6201668 Lun - Giov: 8:00 - 17:30
Venerdì: 8:00 - 17:00

Proprio nel periodo più freddo dell’anno aumenta il pericolo legato alla formazione di muffa sulle superfici fredde delle pareti, come negli angoli dei locali senza o con scarso riscaldamento. Oltre a metodi di riscaldamento e ventilazione adeguati, si consiglia quindi di mantenere sotto controllo anche i dati sul clima ambiente, ovvero la temperatura e l’umidità ambiente, con l’ausilio di un misuratore facile da usare come il termoigrometro. In questo modo potrete contrastare rapidamente un livello di umidità troppo elevato attraverso una maggiore ventilazione, ed evitare così fin dall’inizio la possibile formazione di muffa dannosa per la salute.

Secondo l’opinione degli esperti, a casa l’umidità deve essere compresa tra il 40 e il 60%. L’associazione federale per il risanamento da muffa ha consigliato addirittura di mantenere un livello di umidità inferiore al 50% quando in inverno le temperature esterne sono molto basse. Per evitare il problema invernale della muffa nera, meglio attenersi intorno al 40%. Per rilevare in maniera inequivocabile il tasso di umidità attuale è necessario in ogni caso fare uso di un misuratore come l’igrometro.

Cosa deve saper fare un buon igrometro?

Recentemente l’associazione federale per il risanamento da muffa ha svolto un test tra igrometri digitali e analogici. I risultati ottenuti dagli esperti dimostrano che tutti gli apparecchi digitali rilevano e visualizzano i valori della temperatura ambiente con una precisione almeno sufficiente e in parte molto buona e possono quindi essere consigliati ai consumatori senza alcuna riserva. Tale considerazione vale indipendentemente dalla categoria di prezzo. Per gli igrometri analogici non si può dire lo stesso. Le divergenze di questi apparecchi sono risultate notevoli, con differenze dall’umidità relativa dal 10,4 al 17,6%. Ecco quindi la conclusione degli esaminatori: gli apparecchi analogici della classe di prezzo inferiore sono in parte molto imprecisi e necessitano una calibrazione costante – a patto che siano calibrabili.

Cosa implica questo per l’utilizzo dell’igrometro a casa?

Per crescere in modo costante, alla muffa basta un livello di umidità superiore all’80% – un valore che in inverno, a finestre chiuse, può facilmente ristagnare sulle pareti di una stanza. Eppure, con un’umidità ambiente dell’80%, divergenze del 10-17% possono fare una grande differenza. Per andare sul sicuro, conviene quindi utilizzare dei misuratori digitali, come quelli offerti da Trotec. Un altro consiglio: come i periti edili ben sanno, se al centro della stanza si attesta una temperatura di 24° e un’umidità relativa del 60%, sulle pareti fredde esterne alla stanza questo valore corrisponde ad appena 20° e quindi a una maggiore umidità!

Quattro raccomandazioni di casa Trotec

Fatevi un’idea del tasso relativo di umidità vigente nei vostri locali. Con uno dei termoigrometri di Trotec potete farlo con la massima semplicità. Anche per questi misuratori vi offriamo una vasta scelta – come ad esempio i termoigrometri BC06, BC21, BZ05 e il rilevatore della qualità dell’aria (CO2) BZ25. Ciascuno di questi apparecchi misura in modo preciso entrambi i fattori determinanti per il benessere individuale – la temperatura e l’umidità dell’aria. Alcuni di essi possono fare anche di più…

Misurazioni climatiche in abitazioni, uffici e magazzini, in laboratori o in ambito agricolo e per servizi floreali – grazie alla facilità di utilizzo con una mano sola abbinata a una tecnica di misurazione precisa, il BC06 fornisce valori di lettura della temperatura e dell’umidità relativa dell’aria ambiente di precisione.

I sensori di alta qualità e numerose funzioni di misurazione fanno del BC21 uno strumento di misurazione del clima ideale per i locali della propria casa, della sala hobby e dell’officina. Con un unico apparecchio è possibile misurare svariati dati climatici come ad esempio l’umidità relativa dell’aria o la temperatura ambiente.

A prima vista il BZ05 sembra quasi una sveglia moderna. E in effetti lo è. Questo piccolo apparecchio però offre molto di più oltre all’indicazione di data e ora e alla funzione di sveglia: la temperatura e l’umidità dell’aria sono misurate in modo permanente – piuttosto pratico, specialmente per i meteoropatici.

Il rilevatore della qualità dell’aria (CO2) BZ25 misura la temperatura ambiente e l’umidità relativa dell’aria e mostra i dati rilevati insieme al valore di CO2 sul display di facile lettura. Il contenuto di CO2 nell’ambiente viene misurato a intervalli di 2 secondi. Un indicatore aiuta a farsi un’idea più precisa – questo valore è già critico per la salute? Se sì, la soluzione è: aprire le finestre e arieggiare!

Termoigrometri Trotec – per riconoscere il pericolo di muffa

Ordinate oggi stesso al nostro prezzo di offerta attuale

IVA incl. – disponibili da subito nel Trotec Shop!

Questo articolo è stato pubblicato in TROTEC, Attualità e taggato , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

  • Scoprine di più

  • Archivio

Top Keywords for http://www.trotec-blog.com/it/trotec/riconoscere-il-pericolo-di-muffa-a-casa-propria-grazie-al-termoigrometro/